Instalações off-shore

Bi Energia Ltda

Il primo progetto eolico offshore è in fase di sviluppo.

La società di scopo specifico che possiede il progetto è BI ENERGIA Ltda.

BI ENERGIA Ltda è una società controllata al 100% da BI Holding Partecipação e Investimentos Ltda.

BI ENERGIA Ltda è la società che sta sviluppando il progetto off shore a Caucaia - CE.

Nel 2019 le attività del progetto off shore sono focalizzate sulla valutazione d'impatto ambientale, che è svolta dalla società di ingegneria TEN PROJECT Srl (Gruppo IMPRESE E SVILUPPO), con sede legale a San Giorgio del Sannio (BN), Via Alcide De Gasperi, 60 - Italia (https://www.tenproject.it).

Nel 2016 viene redatto un progetto preliminare dell'impianto eolico offshore, presentato all'IBAMA (Instituto Brasileiro do Meio Ambiente).

Nel 2017 è stata ottenuta l'autorizzazione per la presentazione della valutazione dell'impatto ambientale e da luglio sono stati presentati i primi risultati della valutazione dell'impatto ambientale.

Il progetto è composto da un totale di 59 turbine eoliche:

  • N.48 turbine eoliche, costruite in mare aperto, con una potenza da 6 MW e fino a 12 MW, per una potenza totale compresa tra 288 e 576 MW. Il modello di turbina da utilizzare per l'impianto proposto deve essere compreso tra il seguente intervallo di potenza e dimensioni:

    • Diametro del rotore: tra 160 me 220 m;

    • Altezza mozzo: tra 100 me 150 m;

    • Potenza delle turbine eoliche singole: tra 6 MW e 12 MW;

  • N.11 turbine eoliche costruite su banchine frangiflutti, in prossimità della costa, con potenza nominale compresa tra 2 MW e 3 MW, per una potenza totale compresa tra 22 e 33 MW. Il modello di turbina da utilizzare per l'impianto proposto deve essere compreso tra il seguente intervallo di potenza e dimensioni:

    • o Diametro del rotore: tra 90 e 110 m;

    • o Altezza mozzo: tra 95 me 105 m;

    • o Potenza singola della turbina eolica: tra 2 MW e 3 MW.

Disegno del progetto Caucaia

Geolocalizzazione del progetto off-shore.

Quadro generale e dettagliato - Ortofotografia offshore di Eucalyptus Caucaia.

Distanza dal layout della pianta costiera.

Schema delle aree statali per le quali è richiesta la concessione.

Opere di compensazione

L'inizio del progetto offshore è stato preceduto dalla firma di un memorandum d'intesa con la prefettura di Caucaia e l'INPH (Instituto Nacional de Pesquisas Hidroviárias), che stavano discutendo su come affrontare il problema dell'erosione costiera a nord del fiume Ceara. Uno studio preliminare su un sistema di frangionde è stato realizzato dall'INPH.

Il memorandum d'intesa è stato firmato con gli obiettivi: (a) verificare l'efficacia del sistema di frangionde; (b) valutare la possibilità di creare il sistema di frangionde come sistema di compensazione / valorizzazione ambientale / economico.

Lo studio per verificare l'efficacia del sistema frangiflutti progettato è stato affidato al Dipartimento di Scienze Ambientali, Università Parthenope di Napoli ed è stato realizzato dai professori Giovanni Sgubin e Stefano Pierini, coordinati dal professor Mario Vultaggio.

I risultati hanno mostrato che l'introduzione di 11 frangiflutti potrebbe influenzare la circolazione generale vicino alla riva.

In particolare, è stato evidenziato come la configurazione a "S" sia potenzialmente in grado di generare una (debole) cella di ricircolo tra due frangiflutti adiacenti, che ipoteticamente dovrebbe impedire una perdita di sedimenti dalla riva

È stata anche realizzata una bozza preliminare sull'influenza dei frangiflutti sulla propagazione delle onde lunghe, tuttavia, questa sezione potrebbe essere migliorata adottando metodi più sofisticati nell'implementazione del generatore di onde e aumentando la risoluzione temporale del modello.

Opportunità di sviluppo locale

La realizzazione dei frangiflutti e del parco eolico offshore farà emergere molte opportunità di sviluppo locale autosufficiente, in grado di valorizzare risorse naturali, umane e finanziarie già esistenti nel territorio.

La società che realizzerà i frangiflutti potrà richiedere, direttamente o indirettamente tramite una società controllata, la concessione pluriennale anche delle aree marine all'interno dei frangiflutti stessi (zone tranquille). Ciò consentirà di realizzare una serie di altri lavori (piscine, ristoranti, pesca, ecc.) Per lo sfruttamento economico delle aree marine "protette" dalle dighe.

Business network
BI   E n e r g i a Social Network
  • LinkedIn - White Circle
  • Facebook - White Circle
Bi energia Ltda
Av. Desembargador Moreira 2120 sala 907
fone: +55 (85) 3213.5432 cep: 60.170.002

© 2017 - BI Energia Ltda.